Dal parrucchiere solo con il Green Pass




Cari Beauty Makers,

siamo di nuovo in piena emergenza Covid. Anche se, almeno per ora, non sono state disposte chiusure alle attività commerciali, il Governo sta mettendo in campo una dopo l’altra una serie di misure urgenti per il contenimento dei contagi che, soprattutto nelle ultime settimane, sembrano non avere limite alcuno! Inutile far finta di nulla: la situazione è critica, i numeri parlano chiaro. Solo in Lombardia oltre mezzo milione di persone sono costrette in quarantena, chi più chi meno lunga in base allo stato vaccinale.

Le nuove misure di contenimento riguardano in modo molto diretto anche saloni di acconciatura, centri estetici, barber, ecc.. Quindi sì, siete coinvolti anche voi e più avanti vi spiego dettagliatamente in che modo. Ma procediamo con ordine.

Con il 6 gennaio 2022 entrano in vigore nuove misure di grande impatto, tra le quali spicca l’obbligo vaccinale per gli over 50 e il Super Green Pass per accedere alla maggior parte di attività e luoghi aperti al pubblico.

Il calendario è ben scandito a partire dallo scorso 6 gennaio appunto: inizia il conto alla rovescia per gli Over 50 che dovranno ricevere almeno la prima dose entro il 1 febbraio 2022 dal momento che il 15 febbraio 2022 scatta l’obbligo del Super Green Pass per presentarsi al lavoro. Tradotto: senza vaccino non si può andare a lavorare! Controlli e multe ci saranno e queste ultime saranno salate soprattutto per chi tenterà comunque di andare a lavorare senza vaccino: dai 600 ai 1.500 euro di multa.

Lunedì 10 gennaio 2022 sono entrate in vigore le norme già previste dal "decreto festività" che prevedono l’obbligo di Super Green Pass per accedere ad un copioso elenco di attività e luoghi ai quali “prima” si poteva accedere anche con il Green Pass base. A partire dai trasporti: non basta più avere solo il tampone negativo per salire su un qualsiasi mezzo di trasporto. Tutti i mezzi di trasporto: dagli aerei ai bus locali, passando per taxi e metropolitane. E sarà necessario il vaccino o il certificato di guarigione anche per entrare in palestra, in piscina, in un museo, mostre, fiere, convegni, congressi, centri benessere e terme (tranne che per i servizi sanitari), sale giochi, parchi divertimento, alberghi o in qualsiasi altra struttura ricettiva e per partecipare a matrimoni o feste per cerimonie civili o religiose.

Ma adesso veniamo a noi, perché questa volta le norme “Green Pass” riguardano anche voi e molto da vicino: dal 20 di Gennaio per andare dal parrucchiere, dal barbiere, dall’estetista o in qualsiasi centro di servizi di cura alla persona sarà necessario il Green Pass, in questo caso va bene anche quello base, ottenibile con un tampone negativo fatto 48 o 72 ore prima a seconda che sia antigenico o molecolare. Preparatevi dunque a chiedere e verificare il Green Pass ai vostri clienti ( scaricate la app “VerificaC19” gratuita. Per i dispositivi Android: https://play.google.com/store/apps/details?id=it.ministerodellasalute.verificaC19&hl=it&gl=IT Per i dispositivi Apple: https://apps.apple.com/us/app/verificac19/id1565800117 ) che in alcuni casi non mancheranno di farvi presenti le loro perplessità e/o lamentele. Solo un consiglio: armatevi di tanta santa pazienza!

Per chi di voi è già seguito da uno dei nostri Tutor sappiate che sono a vostra disposizione per darvi spiegazioni o pianificare insieme a voi le migliori strategie da mettere in campo perché questa fase venga gestita nel modo più morbido possibile.

Se invece non hai ancora un Tutor, puoi compilare il form a questo link https://www.bossitalia.com/boss-exclusive-contatti per sapere come fare per averne uno tutto tuo!

(fonti: repubblica.it).


482 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti