• Monica Bon

La sicurezza fiscale passa da GoWeb e GoManager




Carissimi Beauty Makers,

l’invio telematico dei corrispettivi è entrato ormai a pieno titolo nell’elenco delle azioni quotidiane da svolgere all’interno della vostra giornata lavorativa.

Ricapitoliamo brevemente di cosa si tratta: dal 1° luglio del 2019 per alcune attività (quelle che nell’anno precedente avevano fatturato più di 400K) e dal 1° gennaio 2020 per tutti gli altri, fatte salve proroghe ed eccezioni, è obbligatorio trasmettere all’Agenzia delle Entrate il totale dei corrispettivi della giornata. In termini pratici significa che vi siete dovuti dotare di un Registratore Telematico, ovvero una stampante fiscale che sia in grado di registrare i vostri documenti commerciali (ex scontrini fiscali) e trasmetterne poi il totale, attraverso la linea internet, alla suddetta AdE.

L’invio telematico è obbligatorio, non è a discrezione dell’esercente e deve essere effettuato giornalmente.

La mancata memorizzazione e trasmissione dei corrispettivi, o quando gli stessi vengono memorizzati o trasmessi con dati incompleti o non veritieri, comporta l’applicazione di sanzioni.

In particolare, la multa è pari al 100% dell’imposta relativa all’importo non correttamente documentato con un minimo di 500 euro. È prevista, inoltre, la sanzione accessoria della sospensione della licenza o dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività o dell’esercizio dell’attività stessa nei casi più gravi di recidiva.

Ma cosa succede in caso di problemi di connessione e l’invio non può essere effettuato?

Avete 12 giorni di tempo per effettuare l’invio telematico restando comunque in regola.

E quando il negozio è chiuso?

Se il registratore telematico resta in stato di inattività per un tempo superiore alle 24 ore è necessario effettuare una chiusura fiscale che da l’input all’invio telematico dei corrispettivi. Il caso tipico è quando riaprite il negozio dopo il giorno di riposo, per esempio il martedì dopo essere stati chiusi domenica e lunedì.


Sarà successo anche a voi, almeno una volta, di rientrare in negozio dopo il riposo settimanale e partire subito compilare il primo documento commerciale della giornata. Il risultato è che al momento della stampa nessun documento veniva stampato nè contabilizzato! Cosa non ha funzionato? Semplicemente non avete riattivato il registratore telematico facendo una chiusura fiscale!

“Va bene, adesso ho capito. Ma sicuramente me lo dimenticherò ancora! Non avete un sistema che mi ricordi di fare la chiusura prima che mi metta a fare documenti commerciali?”

Beh, così me la servite proprio su un piatto d’argento!!

Certo che ce l’abbiamo!!

Si chiama Fiscal Security e lo conoscete già, perchè è quel sistema che negli ultimi mesi vi ha avvisati di questo. “Ehi! Guarda che è necessario fare le chiusura prima di iniziare a lavorare! Non la fai dal….”

E’ una funzione di sicurezza che, in realtà, è riduttivo pensare legata solo all’avviso di chiusura fiscale che compare nella reception di GoWeb. E’ molto più ampia e più completa perchè si accompagna alla APP GoManager ( disponibile per sistemi iOs al seguente link: https://apps.apple.com/it/app/gomanager/id1474951171

e per sistemi Android al seguente link: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.bossitalia.gomanager&hl=it ) che può riceve giornalmente una notifica sull’esito dell’invio telematico, per sapere tempestivamente, anche se non sei in salone, se l’invio dei corrispettivi è andato a buon fine oppure ci sono state anomalie.

Ma non solo: rileva una serie di informazioni relative al registratore telematico quali per esempio dettagli su come effettuare la chiusura fiscale e quali sono normative e procedure da seguire anche in caso di guasti e/o inattività; lo stato della stampante (se è attiva o inattiva e quindi necessità chiusura); la data e l’ora per verificare che i documenti commerciali, le chiusure fiscali e gli invii telematici siano sempre coerenti con data ed ora correnti; la scadenza della verifica periodica della stampante ( obbligatoria per legge ).

In alternativa non avreste a disposizione queste informazioni se non interpellando un tecnico abilitato che li rilevi dalla stampante.


Fiscal Security è stata rilasciata ad inizio 2020, proprio per aiutarvi a prendere confidenza con l’invio telematico. E prevedeva un periodo di prova che sarebbe scaduto il 30 Aprile, in pieno lockdown. Data la situazione e visto che non avreste potuto né sfruttare la funzione né apprezzarne i benefici, alla ripresa delle attività la scadenza è stata spostata al 30 settembre.

Dal primo ottobre è necessario richiederne l’attivazione se si desidera continuare ad utilizzarla, ma dopo tutto quello che vi ho raccontato dubito che resterete senza.

Se lo desiderate potete richiedere informazioni compilando il form:

https://www.bossitalia.com/fiscalsecuritybosssrl




177 visualizzazioni

BOSS s.r.l - Soluzioni Gestionali. - P.IVA e C.F. 03668350964 Via Monte Leone 97 - 21013 Gallarate (VA)

Email Commerciale: sales@bossitalia.com - amministrazione@bossitalia.com - assistenza: help@bossitalia.com

Copyright © 2020 Tutti i diritti riservati

 

  • Wix Facebook page
  • Google Classic
  • Instagram Social Icon
  • LinkedIn Social Icon
  • Pinterest Social Icon
  • YouTube Social  Icon